Paralenz Vaquita

Paralenz Vaquita, una bella storia da raccontare. Un’azienda con una mission chiara e precisa. Coinvolgere la comunità subacquea per affrontare l’indifferenza ed ispirare le persone a parlare del mare. In modo autentico e veritiero. Per preservare il nostro parco giochi ed unirci alla prossima generazione nel reinventare l’immersione come un atto davvero significativo. Perché ogni immersione conta.

Le buone idee nascono sempre dal caos, diceva Albert Einstein. È il caso di questa videocamera subacquea rivoluzionaria. Siamo in Danimarca, non lontano dalla capitale, Copenaghen. Per la precisione a Rødovre.

Una bella storia da raccontare

Una piccola azienda di design industriale

Qui c’è una piccola azienda di design industriale. Un paio di soci si divertono praticando la pesca sportiva e la subacquea. Si immergono in acque fredde, ma la loro passione è decisamente calda. Progettano dapprima una video camera da applicare sul terminale delle lenze. Le immagini che ricavano permettono loro di studiare il comportamento delle prede e soprattutto i loro attacchi. Le scene immortalate sono di grande effetto. Successivamente ne progettano un’altra da usare quando vanno sott’acqua. I loro video fanno il giro del mondo e immediatamente lanciano un crowdfunding, alla ricerca di finanziamenti collettivi per produrre su vasta scala.

Paralenz Vaquita
Nasce Paralenz

Il progetto ottiene molto successo in Scandinavia. Viene costituito un piccolo team di tecnici, appassionati di subacquea. Sviluppano e producono una video camera che viene presentata al DEMA. I risultati sono talmente lusinghieri che, attraverso un pool di investitori, nasce Paralenz. L’azienda passa velocemente da 4 a 25 dipendenti che sviluppano una nuova tecnologia che porta alla costituzione del progetto Vaquita.

L’identità ed il prodotto

Paralenz nasce con un’identità aziendale ben precisa. Quella di creare un prodotto particolare con una Green Mission. Vaquita, il nome, con il quale hanno battezzato la loro videocamera, è una piccola focena della costa messicana che purtroppo è ormai prossima all’estinzione.

La videocamera integra sensori di profondità e di temperatura. Utilizza gli stessi sensori delle boe oceanografiche. E inizia a collezionare video, dati ed informazioni importanti per i biologi che studiano i comportamenti del mare in funzione alle mutazioni climatiche.

È una videocamera che nasce esclusivamente per uso subacqueo. L’ottica e l’elettronica di Paralenz Vaquita permettono un’immediata auto correzione del colore. Le immagini che ci restituiranno non avranno bisogno ne di illuminazioni artificiali tantomeno di post produzioni.

Il contributo alla ricerca e le collaborazioni scientifiche

Paralenz parte alla ricerca di collaborazione con varie Università e ONG. Vaquita aiuta a fare monitoraggi sui reef. Il loro database, the Ocean Base, è a disposizione di chiunque utilizzi l’App Paralenz.

Paralenz Vaquita
L’App Paralenz

L’applicazione, utilizzabile sia con telefoni che utilizzano tecnologia Android che IOS, è decisamente utile e nel contempo social. Ci si registra inserendo il proprio indirizzo e-mail. Avremo sia la possibilità di vedere video e fotografie che gli utenti hanno condiviso sia di creare un nostro profilo e condividere a nostra volta. Ovviamente potremo decidere se condividere. Ricordiamoci però che i nostri scatti possono essere utili per chi studia l’oceano. Quindi permettiamo la condivisione. Piuttosto facciamolo in modo anonimo.

Ghost Net & Marine Debris Removal Initiative

Attraverso i sensori di profondità e di temperatura gli studiosi avranno fonti di informazioni immense che permetteranno loro di studiare e mappare gli ecosistemi. Nel Mar Mediterraneo, ad esempio, è nata una collaborazione con Ghost Net & Marine Debris Removal Initiative. Attraverso il GPS, integrato nella videocamera Vaquita, chi si imbatte in una rete fantasma non dovrà far altro che fotografarla e condividerla sulla propria App.

Monitoraggio del vermocane e della pinna nobilis

Ultimamente Paralenz ha anche iniziato a proporre collaborazioni su progetti specifici come il monitoraggio del vermocane o della pinna nobilis. Due forme di vita che rappresentano appieno la criticità dell’ecosistema del mediterraneo. Il primo approfitta del surriscaldamento dell’acqua per scalare verso nord ed aumentare la sua endemicità. La seconda sta inesorabilmente estinguendosi.

Every dive counts

Uno degli slogan di Paralenz è “Every dive counts”. Ogni nostra immersione, ogni nostro scatto, ogni nostro video potrà essere utile per il futuro del nostro mare. Questo è un invito per i subacquei, per le associazioni, per le istituzioni, le Università ed i centri di ricerca. Un invito a collaborare con Paralenz.

Paralenz Vaquita

Dive posso trovare Paralenz Vaquita?

Vaquita è ormai distribuita in tutto il mondo. Grazie ad un’attenta campagna promozionale, molti subacquei oggi sono a conoscenza del prodotto.

Vediamo alcuni modi per provarla ed utilizzarla

Il noleggio

Il primo canale distributivo di Vaquita è avvenuto tramite il noleggio presso alcuni diving center affiliati. Vi sarà probabilmente capitato di andare a fare un’immersione con un diving center che noleggia Paralenz. Avrete notato un grosso espositore con alcune videocamere appese. Sono dotate di un accessorio a forma di pistola. L’utilizzo è decisamente semplice, basta premere il grilletto per fotografare o tenerlo premuto per filmare. Per noleggiarla è sufficiente fornire il nostro indirizzo e-mail al diving center. Per avere i file delle nostre immagini è invece sufficiente rispondere alla e-mail che Paralenz ci invierà e pagare l’importo dovuto per il noleggio.

Le videocamere a noleggio sono dotate di funzioni molto basilari che ci permettono però di avere dei file che contengono alcune informazioni interessanti. Come ad esempio la profondità alla quale è stata scattata la foto, piuttosto che la temperatura dell’acqua. Queste informazioni sono inserite nell’immagine come overtag. Le immagini non avranno bisogno di correzioni in post produzione e saranno quindi pronte per essere mostrate o condivise nei nostri profili sui social network.

Sull’App Paralenz troverete l’elenco dei centri presso i quali è possibile noleggiare Paralenz Vaquita.

Paralenz Vaquita
La distribuzione e la vendita

Oggi Paralenz Vaquita è distribuita in tutto il mondo attraverso più canali distributivi. I rivenditori sono il terminale del processo distributivo. I negozi di articoli subacquei presso i quali possiamo acquistare la video camera Paralenz Vaquita sono elencati nel sito.

Un altro canale distributivo è ovviamente l’on-line. Sul sito Paralenz potrete acquistare sia la video camera sia gli accessori che desiderate.

Quando comprate Paralenz Vaquita acquistate un prodotto full optional che permette di avere la totalità delle informazioni offerte dai sensori della video camera. Conosceremo quindi la profondità la temperature dell’acqua, la data, il tempo di immersione al momento dello scatto ed il grado di salinità. La video camera si accende automaticamente appena abbiamo superato la profondità che abbiamo impostato (da 0,5 a 6 metri).

Gli accessori

Oltre all’accessorio che accompagna Paralenz Vaquita nella versione a noleggio ne esistono altri. Uno, ad esempio, ci permette di agganciarla alla nostra maschera. Ci restituisce puntualmente le immagini che vediamo attraverso i nostri occhi durante tutta la nostra immersione. Secondo me è un accessorio molto utile per gli istruttori subacquei che hanno l’abitudine di filmare le sessioni di esercizi in acqua.

Un’altro accessorio innovativo è un particolare stick in carbonio che ricorda il bastone utilizzato per fare selfie con lo smartphone. Ovviamente lo si può utilizzare sott’acqua per lo stesso scopo. Ho saputo che alcuni pescatori subacquei lo assicurano alla propria cintura di zavorra per riprendere da dietro l’azione di pesca.

La si può assicurare ad un caschetto oppure alla classica goodman handle.

Sott’acqua

Paralenz Vaquita, come qualsiasi videocamera da loro prodotta, è stata studiata da subacquei appositamente per le riprese subacquee.

Una speciale funzione, il sistema brevettato DCC, corregge automaticamente i colori in profondità. Interagisce con il software per dare colori più veri in profondità senza rendere necessario l’uso dei filtri.. Non avremo più nessun effetto bluastro o verdastro. Paralenz Vaquita, grazie ad uno speciale algoritmo,elabora in tempo reale le immagine registrate togliendo la predominante verde e blu.

Questa funzione è disattivabile, con una semplice rotazione d’un interruttore nella camera a noleggio oppure tramite il pulsante nella versione commerciale. Se decidiamo di utilizzare dei fari, quando raggiungiamo una certa profondità, la possiamo quindi disabilitare.

La custodia è integrata ed è impermeabile sino a 350 metri di profondità. La batteria registra sino a 3 ore.

Il display ha una illuminazione che si adatta all’ambiente subacqueo. Pur non essendo molto ampio permette una buona visibilità dello spazio che che si intende fotografare o filmare. Sullo schermo appariranno sempre i dati dell’immersione.

Corsi, tutorial e manuali

Ottenere delle belle immagini subacquee non è mai facile. Spesso ci imbattiamo in riprese mozzafiato o in fotografia dettagliate e perfettamente illuminate.

Imparare a riprendere sott’acqua e, successivamente, editare un video non è semplice.

Paralenz ha attivato un canale YouTube e presto attiverà una masterclass. I partecipanti avranno la possibilità di imparare l’arte delle riprese video subacquee. Impareremo a tenere la videocamera, a scegliere i soggetti e a fare la post-produzione.

Insomma, rimaniamo connessi.

👌

Ogni nostra immersione può contare. E siccome per noi andare sott’acqua è divertimento, possiamo dare un serio contributo facendo ciò che ci piace. Filmando con Paralenz Vaquita.

Chi di voi l’ha già provata può scrivere le sue impressioni nei commenti.

Leggi anche

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin