La stella marina a sette punte

Si chiama Luidia cilaris ed è la stella marina a sette punte. Fragile ma vorace. Sicuramente difficile da incontrare. La bellezza delle stelle e il numero delle loro punte. Ed il significato di quel 7. Il numero perfetto.

Le stelle

Le stelle, nell’immaginario collettivo, ci riportano al cielo. Al firmamento stellare. Le stelle le possono guardare i viaggiatori per orientarsi. Le guardano gli innamorati ed i sognatori. Una stella può dare l’ispirazione ad un poeta o ad un cantautore. Ma le stelle sono principalmente argomento per astronomi. Dall’astronomia ci si può facilmente trasferire all’astrologia. Lì le stelle sono raggruppate in costellazioni e danno origine al nostro segno zodiacale.

Il numero delle punte di una stella

La stella è un ideogramma che spesso rappresenta stella astronomica. Ad esso sono associati anche altri significati, in vari contesti. In particolare per il numero delle sue punte.

La stella a tre punte è famosa in tutto il mondo per il logo della Mercedes. È la stilizzazione del Triangolo che viene associato al numero 3. Il tre sta per divinità, trinità e ascesa al potere da parte dell’essere umano.

La stella a quattro punte, o croce stellata, è simbolo dell’asse del mondo. Dell’equilibrio delle forze dell’universo. Oggi il simbolo è presente nella bandiera della NATO.

La stella marina a sette punte

Le cinque punte simboleggiano i cinque elementi metafisici dell’acqua, dell’aria, del fuoco, della terra e dello spirito. È il simbolo più comune e si trova in stemmi, bandiere e loghi.

La stella marina a sette punte

Se le punte sono sei si si ottiene il cosiddetto esagramma, Stella di David o Sigillo di Salomone. Esprime l’unione del cielo e della terra, del mondo spirituale con il mondo materiale.

La stella marina a sette punte

La stella a 7 punte

La Stella a Sette Punte è un segno sacro a Venere intesa come dea dell’amore.

Il 7 è il numero della perfezione e della creazione. Considerato in antichità come il numero madre perché riconduce l’uomo nella sua totalità, di corpo e anima. Dove la materia si unisce allo spirito.

La stella marina a sette punte

Proprio per questi motivi, per gli antichi egizi, era il numero per eccellenza. Utilizzato per il raggiungimento della perfezione umana. Le piramidi, ad esempio, erano costruite su una base sette, con una base quadrata unita ad una triangolare.

Nell’alfabeto ebraico, il numero sette è collegato con la lettera Zain, che significa eternità.

La stella marina a sette punte

I significati attribuiti a questo numero sono comunque molteplici. Sette sono i colori, sette i giorni della settimana, sette sono i toni primordiali e ancora sette sono i livelli celestiali del paradiso.

Sono sette anche gli elementi: acqua, fuoco, aria, terra, vita, luce e magia. Insiemi perfetti, quindi.

La stella cillare: la stella marina a 7 punte

È di colore bruno arancio e ha sette lunghi bracci che si irradiano da un piccolo disco.

Su chiama Luidia cillaris, ed è una stella marina piuttosto grande ma anche molto fragile. Infatti perde spesso uno dei suoi bracci. Di solito a causa di attacchi subiti da predatori. Ma la sua fortuna e che una volta persi si rigenerano. La ricrescita di un braccio può durare anche un anno. Ma la notizia più sconvolgente è che ogni bracci contiene organi vitali e quindi ognuno di esso può dar vita anche ad una stella nuova.

La stella marina a sette punte

La bocca è molto grande e si trova sul lato inferiore. A contatto con il fondo. Possiedono un’esofago ed uno stomaco cardiaco. Ma non possiedono intestino e ano. Per digerire rovesciano il loro stomaco all’esterno della bocca. Lo stomaco viene fatto aderire all’animale, anche di grandi dimensioni, che viene così digerito all’esterno. Questo meccanismo consente alle stelle marine di mangiare prede più grandi di quanto sarebbero altrimenti in grado di ingerire attraverso la bocca.

La stella marina a sette punte

Ecco perché è considerato un predatore. Ma potremmo anche pensarlo come un cannibale. Perché si nutre delle altre specie di stelle marine. Si muove rapidamente, issandosi sulle punta delle braccia. Camminando balza in un attimo sulla preda. La inghiotte interamente, in un sol boccone, come si suol dire. Non avendo intestino espelle i resti direttamente dalla bocca. Insomma, entra ed esce tutto da lì.

Come tutte le stelle marine, anche quella a sette punte possiede gli occhi. Sono minuscoli e si trovano nella punta di ogni braccio. La loro capacità visiva è quindi eccellente.

Dove la troviamo e, soprattutto, chi l’ha trovata

La stella marina a sette punte è decisamente un incontro raro per il subacqueo. O meglio, per il subacqueo attento. Perché io, sino a qualche giorno fa, non sapevo nemmeno esistesse. Mi rimane quindi il beneficio del dubbio. Perché forse, chi potrà mai dirlo, l’avrò anche vista. Ma non ne sapevo dell’esistenza. E quindi mai e poi mai mi sarei messo a contarne le punte.

In ogni caso si trova nell’Oceano Atlantico, anche nelle zone dove l’acqua è più fredda, e nel Mediterraneo. Io l’ho scoperta grazie ad un post su Facebook della mia amica Roberta Elliodoro. Lei vive in Calabria e gestisce Megale Hellas Diving Center. Lei ama quello che fa e studia con passione il mare. E quindi il mare le ha restituito l’onore di questo avvistamento. La foto del post, ed arbitrariamente della copertina del mio, è di Mauro Galeano.

La stella marina a sette punte

Ad essere sinceri, durante le ricerche che mi hanno portato a scrivere questo, mi sono reso conto che Roberta non è l’unica subacquea attenta. Ci sono stati altri avvistamenti, nel Mediterraneo, in Italia. Uno di questi a Capo Noli, in Liguria.

A voi commenti e soprattutto testimonianze visive.

👌

Leggi anche

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin