aSSIeme Diving Tour 2017 5a tappa: Portoferraio Isola d’Elba

0
aSSIeme Diving Tour 2017

aSSIeme Diving Tour 2017  – 5a tappa: Portoferraio Isola d’Elba

Assieme, o insieme, significa unire più cose nel loro complesso. Può essere utilizzato come avverbio (assieme a te ho fatto grandi cose) o come sostantivo (l’assieme delle nostre esperienze ci permetterà di ottenere ottimi risultati).

SSI ha deciso di mettere assieme tutti i suoi subacquei creando un evento e giocando sulla parola per creare una nuova voce gergale: aSSIeme.

L’idea è nata nel 2015 con un format che prevedeva un weekend a settembre che riunisse e fidelizzasse il popolo dei subacquei SSI. Si svolse all’Isola d’Elba e fu un successo enorme.

L’anno successivo venne mantenuto lo stesso programma con una due giorni di immersioni all’Argentario.

Per consentire al maggior numero di persone possibili di partecipare all’evento geograficamente più comodo e vicino e per garantire maggiori opportunità agli operatori del settore, quest’anno SSI ha rivoluzionato il palinsesto creando un vero e proprio tour di sei eventi attraverso la penisola.

Oggi sono a Portoferraio, all’Isola d’Elba, per prendere parte alla quinta tappa di aSSIeme Diving Tour 2017.

Il nuovo format, nelle tappe precedenti, ha avuto un successo di partecipazione insperato e per questa occasione è previsto l’arrivo di duecento persone tra subacquei ed accompagnatori.

L’altra grande novità presentata dalla nuova programmazione è quella di anticipare di due giorni  l’arrivo degli Instructor Trainer per partecipare a seminari, workshop e per fare alcune immersioni insieme.

L’Elba mi accoglie con un cielo azzurro e terso ma con una temperatura frizzante, decisamente autunnale. La Marina Militare mi regala il privilegio di ammirare i suoi gioielli ormeggiati nella rada di Portoferraio.

Amerigo Vespucci
Il gioiello della Marina Militare: l’Amerigo Vespucci ancorata nella rada di Portoferraio

Sin dai primi minuti di permanenza respiro un’aria di meravigliosa collaborazione. Comprendo lo spirito di aSSIeme quando nel pomeriggio partecipo ad un’ immersione organizzato da Sub Now di Marina di Campo. Sono insieme a Giorgio Canepa, responsabile SSI Italia, Yme Carsana, valutatore ed istruttore rEvo, e ad alcuni Trainer. Lo scopo è quello di scendere in acqua per divertirsi insieme, senza obblighi di supervisione o didattici, formando un gruppo in cui tutti sono responsabili del team ed ognuno è responsabile di se stesso.

Dal giorno successivo ci ritroviamo presso la struttura di Portoferraio del Diving in Elba, sede dell’evento, per seguire il workshop Suex e per provare e testare i suoi prodotti.

L’arrivo dei subacquei inizia venerdì ed il programma che ci aspetta è molto allettante: full day a Pianosa, immersioni allo Scoglietto di Portoferraio, seminario DAN e soprattutto l’happening della festa del sabato sera.

Il gazebo DAN
Il gazebo della DAN

Il programma è denso, il numero dei partecipanti è decisamente sfidante. Solo grazie allo spirito collaborativo dei centri SSI che hanno organizzato l’evento ha funzionato alla perfezione.

Viviamo in un mondo che sta sempre più virando verso l’individualismo. Nel mondo del lavoro il nostro collega è spesso visto come una potenziale minaccia. Il mondo della subacquea non scappa da questo triste cliché.

Per la prima volta ho visto dei competitor collaborare per uno scopo unico. Ho visto condividere lo staff ed ho visto lo staff amalgamarsi come se avesse lavorato insieme per l’intera stagione. Ho visto condividere i gommoni e le barche e le ho viste condotte da collaboratori di altre strutture. Ho apprezzato un’organizzazione maniacale ma decisiva per permettere a tutti di divertirsi.

SSI ha scelto di differenziarsi con un modello di business che andasse oltre la strategia dell’istruttore freelance e che si rivolgesse unicamente ai negozi, alle scuole ed ai diving center.

Questa scelta sta pagando, l’aggregazione, lo spirito comune e lo spirito di appartenenza stanno dando ottimi risultati. Molte scuole hanno partecipato con gruppi numerosi. Passione Sub di Parma, con un esercito di trenta subacquei, ha ottenuto il premio come il centro con la partecipazione più numerosa.

Questa squadra ha un ottimo gioco d’aSSIeme

Prossimamente il racconto ed il video del full-day a Pianosa

Stay tuned

👌

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here